Results 1 - 15 of 30

Results

In un suggestivo e particolare contesto naturale nel paese di Narbolia si trova il creativo laboratorio di Leander Lukas Loewe, in cui prende vita un’originale e riconoscibile produzione che si contraddistingue per la filosofia artistica e la contaminazione delle tecniche artigianali. I suoi genitori, Loewe Rainer Ernzt e Voigt Sabine Ursula, orafi con forte propensione alla sperimentazione artistica e creativa, si trasferiscono in Sardegna nel 1981 attivando una produzione di gioielli realizzata con le materie prime locali, corallo e ossidiana. Agli inizi degli anni Novanta alla linea di gioielli si aggiunge la produzione delle Cassette in trachite, oggetti artistici e decorativi di originale carattere e personalità ispirati alle architetture rurali della Sardegna, che divengono nel tempo il manufatto connotativo del laboratorio. Oggi Lukas, Maestro Orafo formato all'Istituto d'Arte di Sassari, con il prezioso aiuto di Lorella Tola, storica collaboratrice del laboratorio, porta avanti le produzioni di famiglia e sviluppa nuove idee, innovando con la personale sensibilità artistica il processo creativo e artigianale.

Roberto Mele ha appreso l’arte dell’oreficeria da giovanissimo da suo padre Giuseppe, orafo e orologiaio dalla personalità eclettica che trasferisce nel proprio laboratorio cagliaritano esperienze di una suggestiva storia familiare, fatta di lunghi viaggi e avvincenti racconti. Qui impara le tecniche dell’oreficeria classica oltre alla lavorazione tradizionale della filigrana e della cera persa. Nelle sue creazioni esprime liberamente la personale sensibilità artistica, dando vita ad una produzione pensata per essere ulteriormente personalizzata dal cliente, condizione indispensabile per far nascere oggetti unici e di affezione. Il laboratorio di Assemini è annesso alla gioielleria ed orologeria di famiglia rinomata inoltre per la competente assistenza per strumenti di precisione e per il restauro di gioielli antichi e moderni. Roberto promuove e divulga il suo lavoro, anche con suggestive dimostrazioni pratiche delle raffinate fasi di lavorazione, partecipando ai principali eventi del settore artigianale e dell’oreficeria locale.

Per Alessandra Patteri, artigiana orafa di terza generazione, la passione per la lavorazione artigianale deriva da una preziosa tradizione di famiglia che ha inizio negli anni Venti del secolo scorso con suo nonno Secondo Patteri e prosegue fino agli anni Novanta con il padre Tonino. Alessandra e suo fratello Cristian raccolgono con sincera passione l’eredità artigianale, sensibili alla tradizione locale e fortemente motivati a mantenere viva la loro storia, forti di abilità e competenze accresciute da esperienze formative svolte fuori dall’isola. Nel laboratorio si procede riprendendo elementi dei gioielli tipici e distintivi dell’identità locale, creando delle fedeli riproduzioni o formulando con estro ed eleganza nuove creazioni di gusto contemporaneo. Oggi l’artigiana lavora con la figlia Rossana nel laboratorio orafo di Dorgali con ulteriore suggestivo passaggio di competenze.

La formazione professionale di Giampiero Porcu inizia presto. Da ragazzo parte per la capitale mondiale della gioielleria, Valenza, dove intraprende un intenso periodo di formazione, approfondendo i diversi settori dell'oreficeria classica, per poi lavorare come modellista nelle migliori fabbriche di alta gioielleria. Nel 1979 decide di aprire una sua ditta, dedicandosi all'ideazione e creazione di nuove linee di gioielli destinata a distributori e grossisti di livello internazionale. Ma il richiamo della terra d’origine è forte. Vi fa ritorno per dare inizio ad un nuovo periodo di creatività, dove la professionalità acquisita è arricchita da spunti che derivano dalla cultura locale. L'intenso lavoro di ricerca, dedicata in particolar modo allo studio dei bronzetti nuragici, da vita ad una produzione inedita, fortemente identitaria, che decide di portare all’attenzione di un pubblico internazionale. A questa affianca la collezione di gioielleria classica, elaborata per prestigiose firme, dove ha modo di sviluppare le complesse abilità professionali, con le quali partecipa a mostre di livello internazionale, ottenendo sempre grandi riconoscimenti e l’attenzione dei migliori grossisti e distributori.

Anna Guiso apprende la tecnica dell’oreficeria classica a Valenza. Appassionata dell’arte orafa tradizionale della Sardegna, decide di approfondire le sue conoscenze e si specializza presso un orafo filigranista di Dorgali. Dal 2008 lavora nella gioielleria di famiglia, avviata dal nonno a Gavoi, suo paese d'origine, attività che da generazioni viene portata avanti con passione e competenza. Anna oggi realizza con maestria, eleganza e creatività gioielli della tradizione orafa sarda, rivolgendo una particolare attenzione ai gioielli propri della tradizione orafa locale, servendosi in particolar modo della tecnica della filigrana, declinata con competenza anche nelle proposte di gusto più contemporaneo.

 

Valentina Garau dopo una laurea in Storia dell'Arte Contemporanea si forma nell'ambito dell'oreficeria e della lavorazione dei metalli preziosi, con fondamentali periodi di apprendistato e collaborazioni presso alcune importanti botteghe orafe cagliaritane. Nel 2004/5 è vincitrice di una borsa di studio presso la sezione "Arti plastiche per la scultura applicata alla gioielleria" della Internationale Sommerakademie fur Bildende Kunst di Salisburgo. Nel 2007 dà vita a Officine, moderno e attrezzato laboratorio situato nel caratteristico centro storico di Sassari, dove propone una collezione di gioielli dal gusto fortemente contemporaneo, frutto di un'attenta e appassionata ricerca tecnica e stilistica, che la colloca vicino alle più sofisticate tendenze del design contemporaneo. Molto forte rimane comunque il legame con il territorio e la tradizione orafa isolana, indagata attraverso particolari percorsi di ricerca, che includono allo stesso tempo tecniche e manufatti artigiani e studio delle figure mitiche della millenaria cultura sarda, trovando nella sperimentazione tecnica e dell'elaborazione concettuale il proprio tratto distintivo.

Giovanni Piga si diploma all’Istituto d’Arte di Alghero. Dopo aver approfondito la conoscenza dell'oreficeria classica a Valenza, nel 1991 apre il proprio laboratorio nel centro storico di Alghero, dove si specializza nella lavorazione di gioielli di gusto contemporaneo. La continua ricerca tecnica ed estetica lo porta alla riscoperta delle tecniche orafe tradizionali. Si dedica quindi all'apprendimento della lavorazione della filigrana, frequentando a Bosa, rinomato centro di produzione orafa, il laboratorio orafo del filigranista Giuseppe Bentivoglio. La sintesi di questo percorso è una linea di oggetti dal gusto sofisticato e originale, che enfatizza la ricercata preziosità della filigrana proponendo oggetti dal design allegro e originale.

Luciana Satta è una giovane artista sarda che si propone di rielaborare e ricontestualizzare l’arte della scultura nell’ambito della gioielleria contemporanea. L'autrice frequenta l’Accademia Di Belle Arti a Bologna, dove si avvicina al magico mondo dei metalli grazie ad un corso di tecniche di fonderia, scoprendo così nuovi materiali con i quali raffigurare il proprio immaginario. Prosegue gli studi a Firenze, dove si iscrive alla scuola internazionale di gioielleria “Le Arti Orafe” di Giò Carbone. Qui apprende tecniche orafe tradizionali e contemporanee e inizia a elaborare un’idea di gioiello fuori dai rigidi schemi della gioielleria classica, che racchiuda in se il fascino del metallo e la plasticità della scultura. Dopo un'interessante esperienza lavorativa nella capitale, decide di tornare in Sardegna e di dare inizio al suo sogno, la Red Label Arts.

Andrea Sotgiu si avvicina al mondo dell'oreficeria dopo aver frequentato un corso su tematiche specifiche legate all'arte orafa, organizzato dal Liceo Artistico Fabrizio De André di Tempio Pausania. Decide quindi di sviluppare le proprie conoscenze e competenze nell'ambito dell'oreficeria trasferendosi a Valenza PO, dove inizia un apprendistato che gli permette di conoscere e praticare molteplici tecniche di lavorazione. Fa quindi esperienza in diversi laboratori orafi, sviluppando le proprie abilità tecniche e stilistiche. Perfeziona le conoscenze frequentando con assiduità e interesse i preziosi corsi di specializzazione tenuti dall'Associazione Orafa Valenzana e dall'Istituto per la Formazione nell'alessandrino. Tornato in Sardegna inizia la sua attività, aprendo nel 2009 un laboratorio orafo nel centro storico di Tempio, dove propone con competenza e passione la propria linea di gioielli.

Marco Favaretto, cagliaritano d'origine, ha una storia professionale maturata lontano dalla Sardegna. Formatosi a Parigi in una bottega orafa di grande prestigio, impara l’arte dell’oreficeria classica e si specializza nella produzione di alta gioielleria. Dopo svariati anni di apprendistato si trasferisce a Valenza, il più importante centro di produzione orafa in Italia, dove apre il proprio laboratorio orafo, lavorando per importanti nomi dell'oreficeria internazionale. Il legame con la sua terra è comunque ancora molto forte, così nel 2013 decide di far ritorno in Sardegna e si trasferisce a Orosei, dove attualmente lavora. Qui, nel suo laboratorio trasferisce l’esperienza e le competenze acquisite, elaborando una propria linea di gioielli che in maniera delicata e personale, esprime l'amore per la sua terra.

Il laboratorio orafo di Nicola Manca nasce a Nuoro nel 1990 nella storica sede di Orfevre, in via Gramsci, dove sotto la guida del prof. Franco Manconi, valente orafo ed artista eclettico, apprende i segreti della tecnica orafa classica e si avvicina ad un'estetica incentrata su un'originale interpretazione dell'Art Nouveau e del Liberty. Nel 2001 apre il nuovo atelier nella Piazza Mazzini del Corso Garibaldi, dando nuovo stimolo alle collezioni che assumono una forte personalità’, sottolineata da un accattivante rapporto tra i colori delle gemme naturali ed il metallo, plasmato con la tecnica esclusiva della scolpitura a fuoco. Amplia la sua formazione approfondendo tematiche specifiche legate al marketing e alla gemmologia. Con le sue affascinanti e suggestive creazioni partecipa ad importanti fiere e manifestazioni di settore.

 

Giuseppe Satta si diploma all’Istituto d’Arte di Nuoro. Decide in seguito di approfondire le proprie competenze frequentando il laboratorio di un eccellente maestro orafo di Dorgali e nel 1990 inizia a lavorare in proprio, aprendo un piccolo ma grazioso laboratorio nel caratteristico centro storico di Nuoro. Qui elabora e propone la sua personale linea di gioielli, sofisticata e originale, che traduce suggestioni creative dell'oreficeria tradizionale sarda in gioielli dal dichiarato gusto contemporaneo. Forme artistiche di originale fantasia creativa si affiancano a suggestioni più dichiaratamente vicine allo stile tradizionale, spaziando tra tecniche della tradizione orafa classica e nuove sperimentazioni, proponendo con gusto e coerenza il proprio segno artistico.

Una suggestiva e piacevole atmosfera si respira all'interno del laboratorio di Giancarlo Moi, presso il quale lavora tutta la famiglia, la moglie Carla e le figlie Lisa e Giulia, orafe professioniste formatesi rispettivamente presso la scuola Arte e Mestieri di Vicenza e presso l’Accademia delle Arti Orafe a Roma. La storia di Giancarlo Moi orafo inizia da lontano. Si diploma come orafo modellista e incisore presso la scuola di Arte e Mestieri di Vicenza e perfezione le proprie abilità lavorando per diverse aziende orafe vicentine. Maturata l'esperienza oltre Tirreno rientra in Sardegna, dove decide di imparare, da autodidatta, le tecniche di lavorazione della filigrana, cimentandosi con passione nella ricerca, riproducendo fedelmente i gioielli della tradizione e sperimentando contemporaneamente nuove loro interpretazioni. Dal 1984 è titolare di un laboratorio orafo specializzato nella produzione di gioielli tradizionali sardi. Il vasto patrimonio di esperienze acquisite unito alla costante ricerca di nuove soluzioni tecnologiche e stilistiche lo ha portato a sviluppare nel corso degli anni diverse linee che reinterpretano in modo originale i modelli tipici della tradizione orafa sarda.

Francesco Serra è un orafo filiganista che appartiene alla rinnomata scuola orafa di Dorgali. Dopo aver conseguito il diploma di maestro d’arte presso l'Istituto Statale d’Arte di Nuoro, inizia l'attività come apprendista, appassionandosi presto al lavoro. Nel 1983 apre a Dorgali la ditta Esseffe, dove propone, affianco alle fedeli riproduzioni dei gioielli tradizionali, oggetti in filigrana dal design originale e moderno. Le sue creazioni sono accompagnate da un certificato di garanzia che ne garantisce la qualità e la provenienza. Gioielli unici realizzati interamente a mano rivisitando forme e tecniche di lavorazione dell’oreficeria tradizionale. Con le sue collezioni partecipa a fiere e manifestazioni collettive di settore in ambito regionale e nazionale.

Nel centro storico di Nuoro, in un piccolo ma elegante laboratorio orafo, le capacità artigianali e imprenditoriali di Alessandra Mascia e Maurizio Secchi continuano da oltre vent’anni a creare oggetti preziosi, risultato di un legame che unisce conoscenze tecniche tradizionali e segreti dell'alta gioielleria. Nel laboratorio c’è rigore e metodo. Un diploma all’Istituto d’Arte di Nuoro, anni di pratica presso laboratori orafi altamente qualificati di Nuoro e Alghero caratterizzano l'esperienza professionale di Maurizio. Con l’ambizione di essere punto di riferimento per l’arte orafa locale, integrano l'antica cultura sarda con le tecniche e i materiali cari alle nuove visioni artistiche. Ogni gioiello ha una sua storia, meditata e voluta, che nasce dall’esperienza dei due professionisti che con impegno e maestria riescono a trasformare oro, argento, pietre preziose e tessuti in vere e proprie opere d’arte, uniche nel loro genere.

Ricerca attuale:

[×]

Stato

: Italia
[×]

Settore

: Gioielli

Categorie di ricerca:

Click a term to refine your current search.

Stato

: all » Italia

Settore

: all » Gioielli

Regione

Centro territoriale

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading